Città  A.A.A.U.: Abile, Accessibile, Agile, Universale

“CAMBIO PROGRAMMA …….LA CITTA’  CHE VORREI”

Il cambiamento parte dal presupposto che, i diversamente abili non devono essere viste come persone “bisognose da proteggere”, ma come cittadini con pari diritti e opportunità. La soluzione sta nel mettere i bisogni di tutti allo stesso piano. Dunque fondamentale che l’inclusione e l’accessibilità vengano integrate in tutti i processi di pianificazione e gestione degli ambienti dei beni, dei servizi e dei  sistemi urbani.