Programma

Un’idea di programma per Palermo

La Palermo di oggi è – troppo spesso – una città ferita, sporca, sfiduciata: un luogo bellissimo ma abbandonato e spento, in cui tanti hanno perso la speranza di cambiare, afflitto da vecchi e nuovi problemi, ostaggio di una politica disattenta e della mancanza di senso civico ed educazione.

Una città di contraddizioni drammatiche: capolavori dell’architettura a pochi metri da cumuli di rifiuti, una grande tradizione culturale ma anche il dramma della disoccupazione per migliaia di cittadini, l’intelligenza e l’educazione accanto all’arroganza e all’inciviltà.

Ma Palermo è più che una città in senso storico o geografico, più che la sommatoria delle sue strade, dei suoi quartieri, dei suoi edifici e delle sue tradizioni: è la vita di ciascuno di noi, è il luogo della nostra famiglia, del nostro lavoro, dei nostri sogni.

Ed è a questa Palermo, quella che non vuole arrendersi, che vuole cambiare, che questa bozza di programma vuole parlare: una città che ha bisogno di competenza, integrità e passione. Una città che vuole essere amata e rispettata per liberare l’immenso potenziale nascosto, rompendo il “muro” dell’ottusità burocratica, dell’illegalità e della sfiducia.

Io credo che la Politica sia servizio e partecipazione, non un “affare per pochi”: per questo vi chiedo, vi propongo, di scrivere insieme questo programma, di affrontare insieme una sfida.

La sfida di chi vuole cambiare la città, di chi vuole essere protagonista di un altro futuro, di chi ama questa città… e vuole che sia più bella, più inclusiva, più felice.

Una città può cambiare la sua storia, il suo destino solo se lo vogliono i cittadini che la vivono. Tocca a noi, perciò, iniziare a cambiarla insieme!