Strutture e infrastrutture sportive

Strutture e infrastrutture sportive

L’articolazione dei plessi sportivi nel territorio comunale, comprendendo tra questi sia quelli di pertinenza delle strutture scolastiche che le infrastrutture sportive a sé stanti, evidenzia una preoccupante limitazione dell’offerta dei servizi sportivi nella nostra città.
A questo si aggiunge che il disagio diventa endemico nelle cosiddette periferie. Si ricordi che la valorizzazione dell’attività fisica e motoria rappresenta un volano importantissimo per arginare problematiche sociali, nonostante la legge 23 del ‘96 abbia dato sicuramente un’impulso importantissimo nella programmazione di interventi edilizi finalizzati alla costruzione di impianti sportivi di base e palestre nelle scuole, il sud ha manifestato un tardivo avvicinamento a tale strumento rimanendo quindi fanalino di coda come numero di strutture e pertanto come offerta sportiva.

L’opportunità del PNRR

  • occorre potenziare lo sport a scuola e le strutture. Le palestre scolastiche, esse sono di difficile fruizione a causa della burocrazia di assegnazione degli spazi alle Associazioni Sportive che ne fanno richieste, impedendo alle associazioni una programmazione (a titolo di esempio, ad oggi non sono state fatte le assegnazioni delle palestre scolastiche alle ASD).
  • costruire nuove palestre, ristrutturare quelle esistenti e acquistare attrezzature adeguate per ampliare l’offerta didattica complessiva (ad esempio con la possibilità di prevedere ulteriori attività pomeridiane), sia ad aumentare la diffusione di queste strutture sul territorio.
  • è necessario ripristinare, riqualificare, dare nuova vita e rendere disponibili le strutture sportive del Comune di Palermo (Palasport, Diamante, etc) come merita la città ed i suoi cittadini. Questo potrebbe inoltre rappresentare il volano dell’economia dell’intera città, ritornando ad essere, tra le altre cose, un punto di riferimento per tutti le diverse compagini sportive palermitane, un’occasione unica di sviluppo per il territorio, in grado di incrementare l’occupazione, favorire la socialità e determinare impatti positivi sull’economia, sull’ambiente e sulla cittadinanza locale.
  • è importante superare l’attuale gioco a porte chiuse o, peggio, fuori dalla città che rappresentano (spesso in provincia) delle eccellenze sportive palermitane (solo per citarne alcune: Telimar pallanuoto, VoloSaber pallavolo, Ludos calcio femminile)
  • prevedere la costruzione di un grande impianto sportivo polifunzionale a disposizione della collettività, che consentirà di riqualificare il tessuto urbano della città di Palermo
  • migliorare la funzionalità delle strutture sportive esistenti (palestre scolastiche, Piscina Comunale, Stadio delle Palme, impianti sportivi comunali come ad esempio il Palazzetto dello Sport, il Palasport, il Baseball – Diamante, il Velodromo, la palestra di BorgoNuovo, il PalaOreto, il PalaMangano, il BorgoUlivia, etc.) , ampliandole rispetto al fabbisogno della città.